In “sella” per l’Università

settembre 30, 2008

Su pascoli erbosi mi fai riposare.

No, non sono nel bel mezzo di una crisi biblica. Sono di ritorno dall’Università degli Studi di Messina, per la precisione dal Polo Univ. “Annunziata”, dove ormai sono degli habitué dei simpatici equini tra una capatina a Lettere e Filosofia e un salto a Scienze Motorie.

Ormai conosciuti tutti i cani (e non mi riferisco né ai discenti, né – non mi permetterei mai – ai docenti) tanto da essere singolarmente ribattezzati e considerati da tutti fidi compagni di viaggio, siamo alla ricerca del feeling con questi cavalli che gaiosamente si dissetano alla cascata artificiale (ecco spiegata la sua esistenza!) e si appisolano tra le verdi aree che la cittadella universitaria offre.

Dunque dopo il corso “Abbaiando s’impara”, pare che il Rettorato si stia adoperando a contattare niente-popò-di-meno-che Robert Redford nelle vesti di coordinatore del corso di laurea in “L’universitario che sussurrava ai cavalli”.

Il dado è tratto, ecco svelato l’arcano mistero. Personalmente credo che i nostri colleghi a quattro zampe sarebbero un ottimo diversivo alla navetta… WWF permettendo!

Dopo tutto ciò, un sentito ringraziamento alla Facoltà di Medicina Veterinaria…

Annunci