Oltre lo Stretto

settembre 13, 2008

Indubbiamente la notizia del giorno è l’incontro tra Scopelliti e Buzzanca a Palazzo Zanca. La voce diffusa dal Roto San Giorgio (a firma del giornalista – bloggher Massimo Calabrò) è di quelle rumorose, destinate a farsi eco per tempo.

Tempo, come quello trascorso da quel fragoroso boato di 100 anni fa, del Terremoto che ha distrutto le due Città dello Stretto. Proprio in ricordo di quella tragica data il 28 dicembre 2008, alle 5.20 le campane di Reggio e Messina suoneranno a festa. Sarà la degna chiusura di una lunga notte.

Sì, infatti il Format tanto caro a Peppe Dj si estende e si espande, non dall’Alpi agli Appennini, ma pensi oltre lo Stretto. Una mega Notte bianca, con traghetti taxi che uniranno le due sponde tra Scilla e Cariddi. Ma non di solo show – business si è parlato, ma anche di business e basta. L’Area dello Stretto s’ha da fare: altro che No Ponte!

Tirati in ballo Rfi e Moretti come nemici di Reggio – Messina, gli amministratori si sono dati appuntamento proprio per la fine di Dicembre (questa volta a Palazzo San Giorgio, ndr) dove si formalizzerà l’accordo: “un’ Agenzia di sviluppo territoriale finalizzata a sostenere le opportunità di sviluppo e la promozione del territorio dell´area dello Stretto, utilizzando anche le risorse del Programma Operativo 2007-13, mediante la valorizzazione degli aspetti turistico ambientale e le piattaforme logistiche costiere”, questo quanto emerso dal comunicato.

Rinascita è la parola d’ordine, (copiando uno slogan di una manifestazione fotografica) oltre lo Stretto indispensabile.

Annunci